Geometrie Agricole

Per un territorio così vocato all'agricoltura come quello montaltese e più in generale di tutta la provincia ascolana, non poteva mancare in questo sito un'apposita sezione ad essa dedicata.

È sufficiente percorrere anche in macchina il territorio per rendersi subito conto di come l'agricoltura abbia un ruolo di primissimo piano per l'economia della zona: non un metro quadrato di terreno lasciato incolto, macchie di verde a perdita d'occhio ondeggianti dalle brezze primaverili, vigneti estesi e simmetrie di filari, oliveti, frutteti, vivai, spazi di girasoli...

Un saper fare, frutto anch'esso di un sapere antico sui segreti della vita vegetale, delle fasi lunari, delle stagioni e delle variabili climatiche all'interno di esse.
Un fare ben ordinato, che appaga l'occhio come in una rappresentazione pittorica, se non vi fosse dietro invece tanta fatica e sudore.

Sono lontano ormai da troppi decenni da quelle colline di verde, per trattare con cognizione di causa i cambiamenti e le trasformazioni rurali avvenute in questi ultimi decenni. Trasformazioni notevoli, sostanziali, ben visibili anche all'osservatore meno esperto e forse il mondo rurale che conoscevo non esiste più....

Devo dire, però, che ho provato un sussulto e una forte emozione quando in una recente visita in contrada San Venanzo di Castignano ho visto un'anziana contadina che risaliva dal campo scalza, con la zappa sulle spalle...e l'indomani l'ho trovata sola, in aperta campagna, sopra un albero di olivo, intenta a raccogliere il frutto. Di guardia un simpaticissimo e feroce cagnolino....

Di volta in volta saranno autori più competenti di me a fornire un quadro più aggiornato della situazione dell'agricoltura montantese e picena, non senza pubblicare prima, però, un interessante "reperto" storico di un benemerito dell'agricoltura italiana il Cav. Niccolò Meloni di Santu Lussurgiu (il paese della Sardegna dove risiedo), che riguarda l'apertura della scuola ambulante di agricoltura nella provincia di Ascoli Piceno.


 



“amici miei ...ci sono campi di frumento, mele così abbondanti da piegare i rami degli alberi, uva che riempie le vigne, erbe gustose e verdure da cuocere, c'è il latte e il miele odoroso di timo; la terra offre una grande quantità di ricchezze, che non provoca spargimento di sangue né morte...”.

Pitagora

SOMMARIO

Noccolò Meloni Discorso detto in Ascoli Piceno nel giorno 19 agosto 1863 dal Professore cav. Niccolò Meloni per l'apertura della scuola ambulante di agricoltura in quella Provincia. Entra






<<HOME