LA GRANDE CASA

È questa la sezione del sito che mi crea più emozioni e attraverso la quale spero nel tempo di poter dare anch'io un qualche apporto originale e contribuire così alla meritoria opera avviata già da tempo da alcuni miei illustri concittadini di (ri) scoperta e rivalutazione della storia e delle tradizioni di Montalto.
Nella Grande Casa io ho vissuto a lungo: tutta l'infanzia e l'adolescenza, un po' come il Carlino del Castello di Fratta, e tanti sono i racconti, storie, leggende, un insieme di immagini, sentimenti ed emozioni che pulsano ancora forti di un pàthos che il tempo non è riuscito mai ad attenuare. Ora come allora, un'unica età, e un'alchimia per riviverla ancora...al presente attraverso il ricordo e la nostalgia che ancora mi prendono quando penso al mio Montalto.

Cominciamo con alcune note storiche sul palazzo Paradisi tratte dalla relazione dell'arch. Gabriella Angelici presentata al Consiglio Comunale di Montalto il 14 aprile 1988.
A fianco i link che consentiranno il quadro d'insieme di quanto sinora è stato pubblicato sulla Grande Casa a cura dell'Archeoclub di Montalto, partendo dal ricettario di cucina della contessa Francesca Aronne Coppi in Palmaroli, dagli articoli di medicina e farmacia curati da Silvio Speca e Guido Mastrosani.
Poi, a seguire, alcune note storiche sulle titolate famiglie della Grande Casa, corredate da un buon numero di foto in gran parte inedite.
In seguito, si vedrà! Molti i temi che potranno essere approfonditi per averli vissuti in prima persona

Note storiche sul palazzo Paradisi di Gabriella Angelici

Porta Marina

E' parte integrante di un complesso architettonico di notevole dimensione e di indubbio pregio, costituito da un lato dalla Chiesa di S. Pietro, dall'altro dalla Porta Marina e al centro dal Palazzo Paradisi, anticamente denominato Castello della Rocca che, secondo lo storico Francesco Pistoiesi, era l'antica sede municipale.
L'importanza di questa porta, denominata "a pede", in contrapposizione a Porta Patrizia designata con l'espressione "a capite", è rilevata nel corso dei secoli dai verbali dei Consigli, come ad esempio negli anni della
carestia e peste 1588-89, in cui era provvista di uno speciale corpo di guardia di 100 giovani armati dal Comune a difesa dal brigantaggio che imperversava in quegli anni.
La Porta, ricavata da un torrione angolare, sembra essere stata sopraelevata in epoca successiva, probabilmente nel periodo dei grandi interventi urbanistici e architettonici dovuti al Papa Sisto V, al quale è dedicata anche la lapide, apposta sul prospetto esterno principale della porta, dove si legge:

CHRISTUS
SUSCITAT
ASTEAE
TEMPORA

RELLIGIO
EXTOLLIT
SIXTI
IUSTITIAM

PICENUM
SUSC1PIT
VIRTUTIS
PRAEMIA

QUILIBET
AUDIT
LEGIS
DONA

ORBIS
AMAT

OLYMPI
VIAM

CRISTO
PROMUOVE
IL TEMPO
DELLA GIUSTIZIA

LA FEDE
INNALZA
LA GIUSTIZIA.
DI SISTO

IL PICENO
RICEVE
LA RICOMPENSA
DELLA VIRTÙ

CHIUNQUE
RICONOSCE
I BENEFICI
DELLA LEGGE

IL MONDO
AMA
LA VIA
DEL CIELO

Sono immagini mitiche che veicolano concetti cristiani in una armonia affinata dai secoli.

Più recente e significativo un Verbale del 1786 in cui Pietro Paradisi evidenziava la necessità di interventi atti a risanare parti dell'edificio, ivi compresa la Porta Marina, che versavano in precarie condizioni.

Ancora agli inizi del secolo si progettavano interventi su questo edificio e ogni documento evidenzia l'interesse che lo stesso ha sempre suscitato.

Anticamente denominato Castello della Rocca, era la prima sede municipale e residenza dei Priori, fino a quando Sisto V, nel 1587, fece costruire il nuovo Palazzo dei Presidi, attuale Municipio.
L'edificio conserva nelle strutture architettoniche tutta la passata grandezza.

 


I "SEGRETI MEDICINALI" DELLA CONTESSA
FANNY PALMAROLI ARONNNE COPPI

IL RICETTARIO DI CUCINA, FARMACIA ED ALTRO DELLA CONTESSA FRANCESCA ARONNE COPPI IN PALMAROLI

LA FAMIGLIA PARADISI

LA FAMIGLIA ARONNE COPPI

LA FAMIGLIA PALMAROLI

LA CHIESA DI SAN PIETRO




Il Castello della Rocca
in un dipinto (olio su tela) di Tomassini


Il Palazzo Paradisi
Cartolina Postale ,1960
.


Porta Marina


Piazza Sisto V e Palazzo Paradisi
Cartolina Postale primi '900


Piazza Sisto V e Palazzo Paradisi
Cartolina Postale primi '900



Il Palazzo e le mura del Giardino Paradisi
prima degli scempi degli anni '960


Il Giardino Paradisi
dopo un'abbondante nevicata

Ediz. Stab. Tip. Sisto V Montalto Marche Archivio Fotografico A.C. Offida In: Comunità "S.M. Assunta", Montalto dlle Marche ecc...., Op. cit., p. 49